06LUG08- SELLA RONDA

Come ricorderete Sabato prossimo un ristretto gruppetto di 5 ciclisti UCAM con famiglie, partirà alla volta di Corvara per trascorrere insieme alcuni giorni. In particolare lo spunto a questa vacanza è stata la voglia di partecipare alla Sella Ronda, manifestazione che si svolge ogni anno la domenica dopo la Maratona delle Dolomiti. Nell’occasione tutte le strade intorno al Gruppo del Sella sono chiuse al traffico e riservate ai ciclisti che possono compiere il circuito liberamente. I riferimenti per saperne di più :

http://www.sellarondabikeday.com/

Naturalmente dopo questa manifestazione è nostra intenzione fare qualche altro giretto sui mitici passi dolomitici… oltre che qualche escursione a piedi!!

Noi alloggiamo presso l’hotel:

http://www.mariahotel.it/

Se qualcuno che si trova da quelle parti, volesse venire a trovarci e unirsi a noi ben venga…

Giacomo Parodi

CRONACA di Marco Rela

In attesa della relazione di Giacomo e delle foto scattate sulle Dolomiti, una prima sintetica relazione sul SELLA RONDA BIKE.
Sabato arrivato a Selva ho scaricato la bici dalla macchina e mentre mia moglie raggiungeva Corvara sono salito pedalando al passo Gardena, e poi giù in discesa fino all’albergo, punto di ritrovo con Giampiero, Giacomo, Giorgio, Mauro e Marcello cognato di Giampiero, salito da Brescia appositamente per il Sella Ronda.
Domenica mattina alle 9 partiamo da Corvara accarezzati dal sole, raggiungiamo il Campolongo tra un fiume di biciclette, di dialetti e di nazionalità. Discesa veloce ad Arabba e poi il Pordoi. Bellissima salita al 6/7 % costante. Raggiunge per primo la “Cima Coppi” Giorgio accompagnato da Marcello (vero grimpeur) il sottoscritto e subito dopo Giampiero con Giacomo. Più attardato arriverà anche Mauro che ci aveva autorizzato a non aspettarlo inquanto più lento di tutti noi. Purtroppo il sole ci ha abbandonato e sul Pordoi piove e fa freddo. Ci copriamo e scendiamo con cautela giù per i tornanti bagnati. Al bivio per il sella una schiarita. Via le mantelline e su in salita. 9,5 km impegnativi di cui patisco le pendenze, anche se raggiungo la cima per primo seguito da Giorgio con a ruota Marcello e a un paio di minuti Giampiero e subito dopo Giacomo. Le nuvole basse ci impediscono la vista delle montagne circostanti, quindi foto e giù in discesa fino al bivio per il Gardena, dove incontriamo nuovamente la pioggia. Con le mantelline affrontiamo i tornanti del passo, forse il meno duro fra i 4 e fortunatamente già prima dello scollinamento nuova schiarita.
Riunito il gruppo discesa a Colfosco dove ci aspettavano le mogli con salsiccia, strudel e birra. Il tempo di mangiare e giù acqua che ci ha infradiciati completamente.

 

Lunedi e martedi nebbia nuvole basse e pioggia. solo qualche camminata per sentieri non senza bagnarci.
Mercoledì mattina siamo nuovamente in bici. Passo di Campolongo, discesa ad Arabba, Pieve di Livinalongo, salita al Colle di Santa Lucia, e finalmente sua eccellenza il GIAU. Oltre 10 chilometri al 10 % medi. Veramente duri, sofferti dal sottoscritto da Giampiero e da Giacomo che rispettivamente scollinano nel giro di qualche minuto. Il tempo di un caffe e giù in discesa fino a Pocol, toccando punte di 80 km/h di velocità (pensate che pendenze). 11,5 km di salita su per i tornanti del Falzarego, molto pedalabili, foto in vetta e i durissimi 2 km del Passo Parola, da sputare l’anima. Discesone fino in Val Badia a 70 km/h ed oltre per poi arrivare in albergo (85 km con 2300 metri di dislivello) fare una doccia salutare la compagnia e guidare fino a casa.

 

 

06LUG08- SELLA RONDAultima modifica: 2008-07-01T22:37:00+02:00da parodi54
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “06LUG08- SELLA RONDA

Lascia un commento