20 Lug 2014 – Su e giù all’ombra

Per evitare il caldo, strade tutte all’ombra…

Ritrovo
Ore 8.15 Ferriere

Percorso
Ferriere – Neirone – Passo del Portello – Torriglia – Cavorsi – Scoffera – Rossi – Ognio –  Ferriere.

CRONACA
Promessa mantenuta: giro tutto all’ombra e al fresco. Qualche goccia di pioggia innocua che ci ha solo rinfrescato. Solo in cinque all’appuntamento. Alla fine chilometri pochini (55) ma dislivello di tutto rispetto (1300m)

13 Lug 2014 – Barbagelata

Ritrovo
Ore 8.15 Ferriere

Percorso
Ferriere – Boasi – Torriglia – Montebruno – Barbagelata – Scoglina – Favale – Ferriere

CRONACA
Giornata ideale per tempo e temperatura per pedalare. Saliamo agilmente fino a Torriglia dove prendiamo il meritato caffè e veniamo raggiunti da Giorgio proveniente da Fraconalto. Dopo il valico della Buffalora lasciamo Giampiero e Aurelio che salgono dal Portello. Scendiamo velocemente a Montebruno e poi qui iniziamo la salita a Barbagelata con discreti spunti oltre il 10%. Ci ricompattiamo alla fresca fonte di Barbagelata poi è tutta discesa: dobbiamo metterci la mantellina perchè fa freschetto. Gli ultimi 20 km di Fontanabuona li facciamo bene in fila. Alla fine 75km e 1400m di dislivello, per noi per Giorgio invece non è ancora finita….

06 Lug 2014 – Cappella di San Fermo

Ritrovo
ore 8.15 Ronco

Percorso
Ronco – Arquata – Cabella – Cappella di San Fermo – Vobbia – Isola del Cantone – Ronco
km 80 Disl 1100m

Chi vuole può partire anche da Busalla alle 7.45 e al ritorno tagliare da Crocefieschi km 85 e 1400m di dislivello. Ho preferito partire da Ronco per non arrivare poi a casa troppo tardi.

CRONACA
Bel gruppetto di 11 ciclisti, in parte partiti da Busalla. Piacevolmente scorrevoli i km verso Arquata e lungo la Val Borbera, sempre affascinante nella zona delle strette. Pausa caffè a Cabella e poi inizia la salita, subito con ripidi tornanti poi impegnativa ma non impossibile. E’ tutta all’ombra e non ci sono macchine. Passata Dova inferiore la pendenza diminuisce e si alternano anche tratti che permettono di recuperare. A Dova superiore parte l’ultimo strappo di un paio di km fino al valico di San Clemente. Lasciata la bici vale la pena salire a piedi alla Cappelletta di San Fermo da dove si gode un magnifico panorama circolare. Se fosse una giornata limpida si vedrebbero anche le Alpi. Scendiamo velocemente a Vobbia: il gruppo si divide, chi va per Crocefieschi chi scende per Isola del Cantone – Ronco.

10 Lug 2014 – Faccio lo Stelvio e torno

Un manipolo di valorosi ha deciso di salire lo Stelvio. Il programma è il seguente.
Si parte da Genova Giovedi 10 nel primo pomeriggio.
Arrivo a Prato allo Stelvio e pernottamento.
La mattina dopo si sale lo Stelvio si scende da Giogo Santa Maria e si rientra dalla Val Venosta a Prato allo Stelvio.
Rientro a Genova nella serata di Venerdì.
Per ora hanno aderito all’iniziativa Giorgio, il promotore, Marco, Valter e Giampiero.
Chi volesse unirsi a loro è pregato di contattare per tempo Giorgio o Marco.
Buona scalata.

La salita allo Stelvio ha una difficoltà pari al Blockhaus fatto in Abruzzo. Il giro completo è di circa 70km disl. 2000m.

CRONACA (vedi foto)
Oggi il manipolo dei 4 volenterosi ha aperto una pagina epica nella storia del nostro gruppo, la soddisfazione sui nostri volti é evidente chissà non si possano replicare altre avventure simili. Per la cronaca oggi siamo saliti da Prato allo Stelvio attraverso Trafoi quindi negli ultimi 10 km. pioggia fino alla vetta. In cima sosta e cambio abiti divisa e guanti da inverno. Discesa in territorio Helvetico con passaggio per due km. Sullo sterrato sbravamo quelli della Roubaix, passaggio da GlorIenza, visto in allenamento Pozzovivo e ritorno a Prato allo Stelvio per un totale di 65 km.
Alla prossima saluti a tutti JP Walter Marco e Giorgio

29 Giu 2014 – Cappella delle Americhe

Ritrovo
ore 8.15 Cornigliano IKEA

Percorso
Cornigliano – Crocetta d’Orero – Casella – Val Brevenna – Bivio a dx verso Ternano – Gorra – Cappella delle Americhe – Montoggio – Busalla – Giovi – Cornigliano

CRONACA
Tempo incerto ma non demordiamo e siamo premiati poichè riusciamo a fare tutto il giro senza prendere una goccia d’acqua. Per molti la salita di Ternano e Cappella delle Americhe è un giro inedito. Giorgio, Roberto e Marco sbagliano un bivio per cui si trovano a Frassineto, completamente fuori strada. Chi va piano invece… arriva a Montoggio e si può permettere sosta con bignè e caffè. Fa piacere a tutti il rientro di Anna. Manca invece Ruben che si è fatto prendere dalla pigrizia: attento perchè stai perdendo posizioni in classifica e Giampiero comincia a fare il vuoto.

22 Giu 2014 – Valli del latte

Dopo giro in Abruzzo si riprende la normale attività.

Ritrovo
Ore 8.15 Masone casello autostrada.

Percorso
Masone – Rossiglione – Valli del latte – Ovada – Molare – Lago di Ortiglieto – Tiglieto – Rossiglione – Masone km75.
In alternativa a Tiglieto si può salire ad Acquabianca e Faiallo e scendere a Masone dal Turchino … una decina di km  e 400m di dislivello in più.

01 Giu 2014 – Torriglia

Ritrovo
Ore 8.15 Staglieno – Piazzale Parenzo

Percorso
Staglieno – Davagna – Scoffera – Davagna – Torriglia – Cavorsi – Staglieno

Cronaca di Giampiero
Alla partenza siamo in 8 (7 UCAM più Marco) già presente in altre occasioni, proseguiamo compatti sino all’inizio della salita di Davagna, poi veniamo su a piccoli gruppetti, dal Gallo cedrone ci vengono incontro anche Moreno e Giorgio (saliti da Laccio), in vetta attendiamo il ns. Arredondo Ignazio Augusto,  che a denti stretti riesce a mantenere la maglia blu del GPM.     Si prosegue ancora in salita da Laccio per Torriglia, dove effettuiamo la meritata sosta caffè, incontrando anche con il gruppo della Superba Cicling GE, con un Roberto C. in grande spolvero che salutiamo con vero piacere.    Si prosegue per la bella e rilassante strada di Cavorsi, e scendiamo da Laccio, qui grande progressione da parte di Giorgio, Valter e di un grandissimo Arredondo, che fanno il vuoto fino al bivio di Creto.    A questo punto ci dividiamo, i cinque di Ge Centro/Levante scendono via Creto, mentre noi proseguiamo verso Casella, dove salutiamo Giorgio, e risaliamo da Orero quindi Pedemonte, Bolzaneto e rientro a Sestri (100 km.).
Che dire ancora,  il giro odierno è molto bello anche a livello di allenamento, ed offre la possibilità di percorrere  molti tratti in strade panoramiche poco trafficate, molto buona la coesione e lo spirito di squadra.